Le Dimore dell’Idris Notti magiche

<span class="entry-title-primary">Le Dimore dell’Idris</span> <span class="entry-subtitle">Notti magiche</span>

Impossibile non vederlo passeggiando tra i vicoli del Sasso Caveoso. Impossibile non rimanerne affascinati. E’ il Monterrone, sperone roccioso di origine calcarea, dominato dalla croce della Chiesa rupestre Madonna dell’Idris. Uno scrigno segreto che nasconde piccoli tesori come le 9 meravigliose camere da letto dell’Hotel Resort Le Dimore Dell’Idris. Veri e propri gioielli architettonici interamente scavati nella pietra.

Ma prima di mostrarvele mi fermo nel bar dell’hotel dove incontro, Vito, il giovane proprietario che mi accoglie con un buon cornetto ai cereali e una tazza di caffè caldo.
Iniziamo a chiacchierare comodamente seduti sul terrazzino, circondati da profumati ciclamini rossi e ammirando lo spettacolo della Civita e il verde della gravina.

“Nel settembre del 2015 abbiamo aperto le nostre porte ai turisti di tutto il mondo che si recano qui per scoprire la città…Per noi gli ospiti sono soprattutto amici, facciamo il possibile per farli sentire a casa! Li seguiamo con amore dal momento della loro prenotazione fino al check-out, organizziamo loro visite guidate per la città, gli suggeriamo cosa vedere…E non manca mai la visita ai panifici, dove partecipano ai laboratori e sono loro, in prima persona, a mettere le mani in pasta! Abbiamo portato alcuni ospiti in gita con noi sulla murgia o addirittura consigliato uscite fuori porta durante soggiorni prolungati come la pasquetta al mare, o la visita di paesini della provincia.”Andiamo ora alla scoperta delle camere! Tre standard, due deluxe e quattro suite si insediano in quelle che un tempo erano le antiche abitazioni materane, aperte su cortili esterni a rievocare il concetto di “vicinato” e dislocate tra le viuzze.

Varcata la soglia, sarete accolti da un’atmosfera intima e avvolgente, i colori caldi della pietra e il bianco candido dell’arredo, curato nei dettagli dall’artista materano Dario Carmentano, vi lasceranno senza fiato. Nessuna stanza è uguale all’altra, ogni angolo è unico! Adoro le testate dei letti, scolpite nel tufo con motivi geometrici, sembrano delle vere e proprie sculture.

“Abbiamo riproposto in chiave moderna i materiali e gli elementi tipici della casa antica: il legno e il ferro, il cocciopesto per i bagni e le saune, le fluide tende. Tutte le camere sono ecologiche, dotate di un sistema di ricircolo dell’aria e della CO2, deumidificazione, il tutto controllato da remoto.”

Per affrontare un’ottima giornata nella città, prima di perdersi nel labirinto urbano dei Sassi, è necessario fare il pieno di energie!
Recatevi, dunque, nella caffetteria, progettata dagli architetti dello Studio Manca, per una super colazione. Qui seduti al vostro tavolino, accanto al camino in inverno, o sulla terrazza in estate, sarete viziati e coccolati dal personale.Potrete gustare bontà locali preparate da loro: dal dolce dei cornetti alla fragrante focaccia di pane, tante deliziose marmellate provenienti dalle aziende agricole del territorio e per non perdere proprio nulla, ci sono anche salumi e formaggi rigorosamente di podolica da Picerno.Io ho deciso che trasferirò qui il mio domicilio. E voi, cosa aspettate a prenotare in questo paradiso?

di Valeria Cinnella

CONTATTI

Le Dimore dell’Idris
Via Madonna dell’Idris 16/23
(adiacente Via Bruno Buozzi)
www.dimoredellidris.it
dimoredellidris@gmail.com
www.facebook.com/dimoredellidris
Tel: +39 0835/312613

Please follow and like us:

PALAZZO DEL DUCA Luxury Hotel Matera

<span class="entry-title-primary">PALAZZO DEL DUCA</span> <span class="entry-subtitle">Luxury Hotel Matera</span>

Rossana Gaudiano ci apre le porte di Palazzo del Duca, splendida dimora seicentesca nel cuore dei Sassi di Matera, e da poco, sede di un meraviglioso luxury hotel.
Se state progettando un soggiorno romantico o volete fare bella figura con degli amici venuti a trovarvi questo è il luogo perfetto dove ritrovare pace e comfort assoluto.
Così come l’indirizzo: un po’ defilato, alle spalle del Duomo, nascosto in un groviglio di stradine di pietra, vi garantirà relax e riservatezza… Più secrets di così!

Tra le mura antichissime di questa residenza signorile respirerete tutto il fascino delle atmosfere d’antan. Tutto l’arredo ha un’allure nobiliare con le volte alte, le testate dei letti capitonné, i velluti e le stoffe preziose per la tappezzeria, i lampadari-gioiello, il camino, le specchiere e i bagni in pietra con le ampie vasche. In mezzo a tanto fasto e splendore vi sentirete un po’ nobili anche voi pur non avendo una goccia di sangue blu!

L’antico stemma sulle pareti narra una storia antica memore di un passato glorioso. Volete che ve la racconti?
C’era una volta una nobile famiglia quella dei Malvinni-Malvezzi che un tempo risiedeva tra queste eleganti stanze. I Malvinni-Malvezzi erano originari di Bologna ma si trasferirono nella nostra città nel XV secolo. Ricchi proprietari terrieri si fregiavano anche del titolo di Duca di Santa Candida, avendo acquistato, all’asta in Abruzzo, la contrada omonima tra Matera e Altamura.

Oggi la storia di questa blasonata famiglia si lega a quella dei Gaudiano e in particolare a Rossana, la proprietaria, che cinque anni fa s’innamorò di questo luogo magico.
“Fu mio padre ad indicarmelo. Sapeva che era in vendita e me l’ha segnalato. Quando l’ho visto mi è piaciuto subito. Così decisi di acquistarlo. Era il 2013, poi col tempo ho dato inizio ai lavori”.

Sette anni vissuti a Milano, una laurea Economia, un prestigioso lavoro in una nota azienda di gioielli, non sono bastati a far dimenticare a Rossana la sua bella Matera. Una città che ha sempre amato e di cui ha riconosciuto il grande potenziale, molto prima che fosse eletta Capitale Europea della Cultura per il 2019.
“Ero sicura che sarebbe diventata una città turistica al pari di Roma e Venezia perché la sua bellezza è davvero unica. Ogni volta che dovevo partire mi dispiaceva sempre tanto lasciarla. Matera è sempre stata nel mio cuore. Poi il settore del turismo mi appassiona da sempre. Mi da l’opportunità di conoscere persone provenienti da ogni parte del mondo”.

Ristrutturazione attenta e arredamento di grande charme sono merito suo e dell’architetto Nicola Letizia.
“Volevo qualcosa che richiamasse l’antico ma accompagnato ad elementi di design moderno e a materiali poveri come il legno e il ferro battuto. Da mio nonno, musicista, ho recuperato dei tavoloni con i quali ho realizzato degli scrittoi e degli armadi.”
Stile ed eleganza per ognuna delle nove camere da letto anche se sarebbe più giusto definirle “appartamenti” tanto sono spaziose! Però…si trattava bene il Duca! Un consiglio? Se volete stupire la vostra dolce metà scegliete quella con la piscina…Un sogno ad occhi aperti!
Dal terrazzo, poi, potrete ammirare la Gravina e la chiesa di San Pietro Caveoso. Di sera, quando è tutta illuminata, offre uno spettacolo davvero suggestivo.

A Palazzo del Duca verrete coccolati fin dal vostro risveglio con una colazione preparata con tanto amore, cura e attenzione. Solo ingredienti freschi e stagionali secondo i dettami dello Slow – Food.
“Abbiamo puntato su prodotti tipici della nostra tradizione scegliendo tra i fornitori locali, gli stessi che utilizzeremmo per la spesa quotidiana a casa, dal casaro al panettiere fino al salumiere. Ci piace che i nostri ospiti trovino prodotti che fanno pensare al calore delle nostre case: ricottine, mozzarelle, pane, crostate, ciambelle, marmellate e miele.  La location, poi, dove serviamo la colazione è una grotta interamente scavata nella roccia. E’ un luogo misterioso. Sa di antico ma al tempo stesso è caldo e accogliente.”
Qualunque sia il motivo del vostro viaggio, Palazzo del Duca vi regalerà un’emozione unica che porterete a casa con voi.
E poi, chi non vorrebbe fingere di abitare qui almeno qualche giorno della sua vita?

 

CONTATTI
Palazzo del Duca-Luxury Hotel
Via Muro 50, 75100 Matera
Tel: +39 0835 330600
Mobile: +39 339 8285656
info@palazzodelducamatera.it

Please follow and like us:

Hotel in Pietra

Hotel in Pietra

Vivere a Matera mi ha dato la possibilità di esplorarla in lungo e in largo, scoprendo angoli segreti e nascosti ed altri così belli da togliere il fiato. Ed è proprio durante i miei “pellegrinaggi” nei Sassi che ho scovato l’Hotel in Pietra. Credo che Cupido mi abbia colpita con una delle sue frecce, perché è stato amore a prima vista. Ma c’è di più. Dietro a quella facciata elegante e riservata s’intrecciano tante  storie, tutte da raccontare. Desiderosa di saperne di più, e di dare anche una sbirciatina agli interni, fisso subito un appuntamento con Roberto, il titolare.

L’atmosfera è intima, silenziosa, quasi sacrale. Un fascio di luce penetra dalla finestra rosone illuminando la grande hall, un tempo sede di una chiesa abbandonata, quella di San Giovanni Vecchio risalente al 1200.

Durante i lavori di restauro abbiamo cercato di lasciare l’ambiente il più possibile fedele all’originale, senza cancellare dai muri le rughe del tempo”, spiega Roberto mostrandomi gli antichi stemmi sulle pareti.

Le stanze interamente scavate nel tufo sono state arredate con grande gusto dalla brasiliana Cristina Bergamini che oltre ad essere la designer è anche l’anima dell’Hotel in Pietra.

Cristina è un vulcano di idee…Impossibile non rimanerne affascinati!!!

Il suo originale tocco Tropicale è presente nei mobili, nell’oggettistica, nella scelta dei tessuti e in molti tappeti di fibre o pelle naturale. “Mi sono ispirata alle mie origini: alla casa dei miei nonni, che era molto bella, ma anche alle fattorie e alle ville in Brasile. Ci sono cose, lì dentro, che hanno per me un grande valore affettivo perché appartenevano ai miei cari come il grande orologio da tavola che è in reception o le abatjours che stavano nello studio medico di mio nonno”.

Materiali naturali come legno, vetro, ferro e paglia anche per le bellissime camere dai colori riposanti, con letto futon, musica classica in filodiffusione e finestre che affacciano sulla parte vecchia della città.

All’interno è possibile fare anche un po’ di shopping: troverete un angolo libreria, una piccola cantina con vini locali e perfino una graziosa boutique con oggetti scovati da Cristina e provenienti da tutto il mondo.

“Viaggiare è la mia grande passione. Mi diverto a scoprire nuove tendenze e cose fuori dal circuito di massa. Seguo un mio stile, fatto di cose che piacciono a me, che mi fanno star bene. Potrei definirlo “Soul chic” ovvero uno stile dell’anima”.

Ah, dimenticavo…l’Hotel in Pietra organizza anche dei percorsi per visite guidate nei Sassi, quindi rivolgetevi alla reception per qualsiasi informazione. Diponibilità e cortesia garantiti….parola di Matera Secrets!

CONTATTI

Hotel in Pietra
Via San Giovanni Vecchio, 22 Matera
www.hotelinpietra.it
info@hotelinpietra.it
Tel 0835344040

CRISTINA BERGAMINI

www.italiacombossa.com.br
Cell: 329 1842426

Please follow and like us:

Dalle dimore storiche all’ospitalità dell’Hotel Sassi

Dalle dimore storiche all’ospitalità dell’Hotel Sassi

Incastonato come una gemma preziosa nel rione Sasso Barisano, tra via San Giovanni Vecchio e via Fiorentini, in quella zona di Matera in cui amo tanto passeggiare, sorge l’Hotel Sassi.

Gregorio, il titolare, ci apre le porte di questa splendida dimora storica, in cui il profumo delle foglie di limone si mescola a quello quello del gelsomino che si arrampica sulle pareti della grande terrazza.

Una location che non ha nulla a che vedere con il classico hotel freddo e spersonalizzato, quello dalle grandi hall con i marmi tirati a lucido per intenderci. Qui tutto sa di casa, delle cose buone e genuine di una volta, di torte appena sfornate.

Anche l’arredo è di tipo tradizionale con le credenze, i mobili in legno di pino e le bellissime porte settecentesche. “Sono un raccoglitore di oggetti. Alcuni li ho trovati già qui, altri, come tavoli e bauli, li ho scovati nei magazzini di qualche rigattiere. Mi diverto a dar loro una diversa sistemazione.” spiega Gregorio, 56 anni, appassionato di antiquariato.

I lavori di ammodernamento non hanno snaturato la struttura originaria con le pareti in roccia tufacea, le volte a botte e l’antica pavimentazione in “Chianchiarelle”, un tipo di pietra dura.

Si tratta, infatti, di un hotel diffuso in cui le 35 camere (una diversa dall’altra) sono dislocate su sei livelli aggregati secondo la tipica conformazione abitativa dei Sassi, meglio conosciuta come il “Vicinato”.

“La nostra filosofia punta all’accoglienza ed è legata alla storia della nostra città. Nei Sassi infatti vi era uno spirito di solidarietà che univa tutte le famiglie ed è proprio questo spirito che abbiamo voluto conservare” racconta il proprietario.

Meraviglia dell’hotel le terrazze panoramiche che circondano l’intera location dove troneggiano due grandi capasoni (contenitori a forma d’anfora che in epoche passate servivano per la raccolta dell’olio) e poi vasi e vasetti di fichi d’india, piante grasse, corbezzolo e gerani rossi.

Da qui è possibile ammirare la Cattedrale e l’annesso campanile in stile romanico oppure, scendendo dalle scalette, partire per un’escursione nei Sassi. A proposito, sappiate che nelle vicinanze potrete visitare la chiesa di San Pietro Caveoso (una delle mie preferite) e l’auditorium di casa Cava.

La colazione al mattino? Oltre ai classici cornetti e bomboloni, gli amanti del salato potranno assaggiare buonissime focacce integrali. Famosa quella “Alla Chianca” con pomodorini e origano o “Ricco d’olio” preparata solo con zucchero ed olio.

Se cercate un posto dove lasciare gli occhi oltre che il cuore questo è il luogo che fa per voi!

E allora che aspettate?!! Dai su, su…prenotate! 😉

  

CONTATTI

Via San Giovanni Vecchio, 89 Matera

www.hotelsassi.it
Info@hotelsassi.it
hotelsassi@arubapec.it

Tel: +39 0835/331009

 

 

 

Please follow and like us:

Giardini di Pietra: Slow living in Matera

Giardini di Pietra: Slow living in Matera

Svegliarsi lontano dal caos e dallo stress delle metropoli, lontani dai rumori del traffico e delle auto. Spalancare la finestra e godersi lo splendido panorama che affaccia sui tetti di Matera tra i rintocchi di un vecchio campanile e il cinguettio degli uccellini.

Un sogno? No, è il B&b “Giardini di Pietra” a due passi dalla Cattedrale proprio nel cuore della Civita, la parte più antica della città.

Un luogo meraviglioso che ha tutto il sapore di un eremo nascosto, in cui rifugiarsi quando si ha voglia di staccare la spina. Appena varcata la soglia d’ingresso si accede ad un piccolo chiostro interno di epoca rinascimentale; ed è come entrare in una dimensione unica, diversa, dove tutto sa di coccole e relax.

Ed è proprio qui che veniamo accolte da Federico, il titolare della struttura, un ragazzo simpaticissimo che ci racconta l’affascinante storia di questa antica dimora risalente al 1400 anche se in alcuni punti è addirittura di epoca romana. Il palazzo era di proprietà della blasonata famiglia Firrao-Cipolla, nobili spagnoli, poi sequestrata dal conte Tramontano per la sua posizione strategica che permetteva un’ottima difesa da eventuali attacchi nemici. Vi è anche una leggenda che narra di un tunnel che il conte avrebbe fatto scavare per collegare il palazzo Firrao-Cipolla al castello della città di Matera, tunnel di cui si sarebbe potuto servire per mettersi in salvo in caso di pericolo. Realtà o immaginazione? La vicenda resta avvolta da un velo di mistero. Nel 1990 circa la dimora venne restaurata ed abitata dall’archietetto lucano, Pietro Laureano. E’ merito suo se Matera è stata riconosciuta Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Il silenzio e la quiete fanno da cornice a questo piccolo paradiso dello slow-living. Le stanze arredate con molto gusto e cura dei dettagli ( merito della sorella e della madre di Federico appassionate di interiors design) sono scavate nel tufo e rappresentano il perfetto esempio della sostenibilità e del vivere ipogeo. Al loro interno troneggia un letto a baldacchino bianco che ci fa venire un’immediata voglia di tuffarvicisi sopra…I colori talcati dei panna, dei beige e degli ecrù trasmettono un’immediata sensazione di pace e di benessere. Molto particolare la pavimentazione in cotto a spina di pesce che vanta ben 315 anni!!!

Da non perdere l’affaccio sulla terrazza dove potrete ammirare il suggestivo panorama del Sasso Barisano. A pochi passi dai “Giardini di Pietra” potrete visitare il Musma, il più importante Museo di scultura Contemporanea in Italia, il Duomo e il Castello Tramontano.

Se poi, come me, siete amanti delle colazioni luculliane questo è il posto che fa per voi! A parte la bellezza della sala, in cui è servita la colazione, interamente scavata nella roccia ma poi qui troverete ben tre tavoli con bibite e bevande, dolci fatti in casa come torte e crostate, frutta fresca e infine il salato con prosciutti, tartine, formaggi e prodotti locali…Un risveglio, insomma, che vi fornirà energia a sufficienza per affrontare il vostro tour nei Sassi! E non fatevi spaventare da qualche kilocaloria di troppo…che sarà mai?!! 😉 Vi assicuro che con tutte quelle salite e discese di km ne macinerete davvero tanti. Piuttosto non dimenticate di mettere un paio di scarpe comode in valigia…eh?!! 😉

Sala colazione

Giardini di Pietra

Via Gradoni Duomo, 16 Matera

Info@giardinidipetra.com

Tel. 0835/332090

Cell. 393/8992208

Please follow and like us:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi